DR.SSA PAOLA ROMITELLI

Psicke & Soma

La vita è attraversata da un unico filo che tutto lega

Il massaggio infantile

Il massaggio è una pratica in cui gli "strumenti" principali utilizzati sono le mani e le emozioni.

Il massaggio si fa con le mani: mani che toccano la pelle dell'altro, mani che trasmettono emozioni, calore, amore. Tramite il massaggio, infatti, si comunica e si entra in relazione con la'ltro. Esso ci permette di conoscere l'altro e di farsi conoscere profondamente.

In alcune culture il massaggio infantile è una consuetudine molto diffusa, come ad esempio in quella indiana. Nel mondo occidentale si sta diffondendo sempre di più, soprattutto grazie a ricerche scientifiche che ne provano l'efficacia sullo sviluppo e sulla maturazione del bambino a diversi livelli.

imala Schneider McClure, la fautrice della diffusione del massaggio nel mondo occidentale, è una donna di origini americane che dopo un'esperienza in un orfanotrofio dove ha imparato le tecniche fondamentali del massaggio indiano, ha approfondito tale studio e integrando il massaggio indiano con il massaggio svedese, la riflessologia del piede e lo yoga.

In Italia il massaggio infantile è diffuso dall'associazione AIMI, un'associazione onlus che ha come scopo principale quello di “incoraggiare il contatto e i rapporti umani durante il periodo della crescita del bambino, promuovere ricerche e corsi di preparazione e di istruzione in modo che genitori, operatori della prima infanzia, bambini, siano amati valorizzati e rispettati dalla comunità mondiale”. L'associazione promuove inoltre la lettura del libro di Vimala S. McClure “Massaggio al bambino, messaggio d'amore” edito da Bonomi, dove è possibile leggere in modo approfondito i benefici di cui può godere il bambino massaggiato e il genitore che lo massaggia.

L'AIMI fa parte infatti dell'associazione AIAM fondata in America nel 1977 proprio da Vimala McClure, con cui condivide la mission.

Quando fatto giornalmente, i benefici del massaggio infantile sono diversi e tutti molto importanti:

Effetti stimolanti:

Miglioramento delle capacità di apprendimento e del linguaggio;

Sviluppo del tono muscolare;

Integrazione sensoriale;

Stimolazione dei sistemi circolatorio, digerente, ormonale, immunitario, linfatico, nervoso, respiratorio, vestibolare;

Accelerazione della crescita della guaina mielinica;

Maggiore percezione mente-corpo.

Effetti di sollievo:

Gas e coliche intestinali;

Stitichezza;

Crampi gastrointestinali;

Tensione muscolare, fisica e psicologica;

Eccesso di muco;

Fastidi da dentizione;

Ipersensibilità al tocco;

Disorganizzazione del sistema nervoso.

Effetti di rilassamento:

Capacità di autoregolazione;

Miglioramento dei ritmi di sonno-veglia;

Situazione di calma;

Riduzione degli ormoni dello stress;

Maggiori livelli di dopamina;

Minore iperreattività;

Minore ipersensibilità.

Effetti di interazione:

Comunicazione verbale/non verbale;

Capacità prelinguistiche di comunicazione;

Rispetto delle emozioni;

Empatia;

Pazienza;

Contatto precoce con entrambi i genitori;

Totale attenzione;

Attivazione di tutti e 5 i sensi;

Imitazione;

Favorire il bonding (cioè un rapporto personale stretto tra il genitore e il bambino, tramite lo sviluppo del contatto visivo, pianto, voce, odorato, tatto, calore, ossitocina e prolattina).


Il periodo migliore per massaggiare i neonati è dal primo mese di vita fino intorno al decimo mese, ma con degli accorgimenti e adeguamenti può essere applicato anche ai bambini più grandi e ai bambini e ragazzi speciali.

Dr.sa Paola Romitelli

 Bibliografia

 Vimala McClure, "Massaggio al bambino, messaggio d'amore" - Bonomi


Blog


Pagina facebook